Navigazione
Home
In edicola
Il giornale
Archivio storico
Spazio giovani
Eventi
Links
Contattaci
Cerca

I vostri articoli
Le vostre foto

Forum
spacer
25° anniversario

Hanno scritto del 25° anniversario de La Vedetta
spacer
Video di Licata
entra
spacer
Licata
Il comune
Lo stemma
Gemellaggi
Centro storico
Storia di Licata
Monumenti celebrativi
spacer
Le foto storiche
entra
spacer
Itinerario turistico
I castelli
Le torri
Chiese e conventi
Le feste religiose
Urna di Sant'Angelo
La civiltà Rupestre
Museo archeologico
Luoghi archeologici
Architettura civile

Ernesto Basile
Salvatore Gregorietti
spacer
Le stampe antiche
entra
spacer
Foto & Stampe
Foto di Licata
Foto storiche
Stampe antiche
Licata tra Gela e...
Scavi di via S.Maria
Lo sbarco Usa a Licata
Giornalisti di guerra
spacer
Links
Franco Galia
spacer
Rosa Balistreri
entra
spacer
Istituzioni
Comune di Licata
Provincia di Agrigento
Regione Siciliana
spacer
Bed & Breakfast
Montesole Holiday

Dimora S.Girolamo

Hotel Villa Giuliana
spacer
Pubblicazioni
spacer
Il centro storico
ingrandisci
spacer
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

Non sono stati scritti messaggi
spacer
Vedi Discussione
La Vedetta Online.it - Il mensile di Licata | | Notizie
Pagina 1 di 2 1 2 >
Autore PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 10-07-2008 21:55
Sorgerà a tre miglia dalla nostra costa, tra la Playa e Manfria, proprio di fronte ai villaggi turistici e al castello di falconara, uno dei primi campi eolici off-shore del Mar Mediterraneo. L'istanza di Valutazione d'impatto ambientale (VIA) è stata consegnata oggi dall’ENEL al ministero dell'Ambiente e alla Regione Sicilia. Verranno installati 115 generatori alti 100 metri i quali occuperanno uno specchio d’acqua largo circa 3 km e lungo circa 17 km.

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=593043

Il sindaco di Gela nei mesi scorsi si era opposto alla costruzione di un altro parco eolico di minori dimensioni progettato dalla società mediterranean Wind offshore

http://www.buteraweb.it/ultime/il_parco_eolico_in_consiglio_provinciale.html
Modificato da grilloparlante il 10-07-2008 22:37
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
CiccioLaRosa
Membro

Messaggi: 69
Iscritto: 26.03.08
Scritto il 11-07-2008 13:53
Non capisco per quale motivo Crocetta (che è una persona in gamba) si stia opponendo a questo progetto.
Certo vorrei saperne di più, se c'è una voce contro come quella del sindaco di Gela penso ci sia dietro un motivo valido, se è solo per un fattore visivo....forse è meglio quello del petrolchimico?
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
FuturAzione
Membro

Messaggi: 147
Iscritto: 16.12.07
Scritto il 11-07-2008 15:14
sul giornale "la sicilia" di oggi ci sono tutti i motivi del perche' crocetta' e' contrario.

per i non residenti,www.lascilia.it potete leggervi anche le cronache locali cliccando nelle varie province descritte.

il motivo e che secondo lui,tra le ciminiere ed i pali si crea uno spazio con un impatto ambientale visivo,che da un immagine diversa.

a questo punto,li fanno solo nella costa licata-falconara-marina di butera chi se ne frega di gela.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 11-07-2008 16:21
Nel link che segue, la pagina del quotidiano La Sicilia di oggi con l'articolo sul parco eolico e la posizione contrraia del Sindaco di Gela

http://giornale.lasicilia.it/giornale/1107/CT1107/FATSIC/MO09/navipdf.html
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 12-07-2008 06:47
CiccioLaRosa ha scritto:
Non capisco per quale motivo Crocetta (che è una persona in gamba) si stia opponendo a questo progetto.
Certo vorrei saperne di più, se c'è una voce contro come quella del sindaco di Gela penso ci sia dietro un motivo valido, se è solo per un fattore visivo....forse è meglio quello del petrolchimico?


Non pensi che possa essere un pessimo biglietto da visita per tutti gli insediamenti turistici della zona presenti e futuri? Tu andresti in un villaggio turistico posto di fronte a un parco elolico? Io no, non tanto per l'impatto visivo o al rumore provocato dalle 115 pale ma, semplicemente, perchè significherebbe che quella zona è ventosa.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
CiccioLaRosa
Membro

Messaggi: 69
Iscritto: 26.03.08
Scritto il 12-07-2008 09:13
Da quanto ho letto grazie ai tuoi link, il parco eolico dovrebbe sorgere a 6 km o a 3 miglia dalla costa, credo quindi che l'impatto, in quel caso, sarebbe mitigato ma non ci metterei la mano sul fuoco perchè non ho mai visto un impianto offshore, quindi non sono in grado di valutare tecnicamente.
Riguardo la zona ventosa, beh, è normale che, a quella distanza, ci sia vento, per questo lo vogliono costruire offshore, proprio per evitare la dissipazione di energia da parte delle montagne o di eventuali strutture antropiche.
Comunque, ripeto, non ho sufficienti elementi per valutare, prima di esprimermi fino in fondo dovrei conoscere diverse variabili e costanti prima di pronunciarmi, per questo ho lasciato il beneficio del dubbio in merito alle decisioni di Crocetta.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
FuturAzione
Membro

Messaggi: 147
Iscritto: 16.12.07
Scritto il 12-07-2008 10:09
Sarà la costa agrigentina ad ospitare uno dei primi campi eolici off-shore del Mediterraneo per la produzione di energia. Il progetto è stato già depositato dall'Enel (che lo controlla per il 57 per cento) ed è frutto di una joint venture con la Moncada Costruzioni di Agrigento (che detiene il rimanente 43 per cento).

Il primo parco eolico marino italiano, invisibile dalla terraferma, sarà installato ad una distanza minima di 3 miglia dalla costa, tra i comuni di Licata, Butera e Gela (Caltanissetta). È prevista l'installazione di 115 generatori di grande taglia che avranno una potenza compresa tra i 3 e i 5 Megawatt. Le torri, sulle quali poggeranno rotori del diametro di circa 110 metri, saranno alte oltre 100 metri, e saranno ancorate su fondali profondi fino a 30 metri.

Sono anche allo studio sistemi di integrazione del parco eolico con le aree marine in cui verrà installato, per garantire la salvaguardia degli ecosistemi coinvolti. Il progetto prevede una potenza installata complessiva che varierà da 345 a 575 MW. L'investimento massimo previsto sarà di circa 500 milioni di euro. L'impianto, a regime, fornirà energia elettrica per 1.150 milioni di chilowattora, sufficiente a soddisfare il fabbisogno di 390.000 famiglie, evitando emissioni di CO2 in atmosfera per circa 815.000 tonnellate annue.

L'istanza di Valutazione di impatto ambientale (VIA) è al momento al vaglio della Regione Sicilia e del Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio del Mare


fonte:agrigentonotizie.it

il fatto del vento come sosteneva grilloparlante puo' verificarsi,cio' sarebbe negativo,soprattutto lungo proprio quella costa,dove basta una minima corrente per rendere torbida l'acqua,vista la presenza di sabbia finissima.
sul fatto dell'invisibilita',non e' che ci crederei tanto. vediamo che dicono i pareri per la valutazione d'impatto ambientale
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 12-07-2008 11:10
E' vero, se non si conoscono i dettagli del progetto non è facile giudicare. Ma immaginate un'area un pò più grande dell'isola di Lampedusa, posta a 5 km dalla costa tra la playa e manfria, dove girano 115 pale alte 100 metri. Mah!
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
lorenzo sciascia
Membro

Messaggi: 99
Provenienza: Toscana
Iscritto: 22.10.07
Scritto il 14-07-2008 10:28
Quello di cui mi preoccuperei, ma giustamente chi mi ha preceduto ha detto che non conosciamo le specifiche tecniche e quindi non possiamo giudicare, è non tanto dell'impatto ambientale di tipo visivo, visto che ci sono tecniche di mascheramento in lontananza che renderanno l'impianto quasi invisibile dalla terra ferma, quanto all'impatto proprio ambientale.
Quel tratto di costa ha una sabbia finissima che intorbidisce il mare con niente, inoltre se sono vere le dimensioni, cosa può provocare dal punto di vista delle correnti un'isola che nasce dal nulla?
Avrà impatti per quanto riguarda la pesca già così disastrata a Licata, badate bene il mare è strano potrebbe essere un impatto di tipo positivo, guardate cosa succede alla fauna marina intorno ai relitti di navi affondate.
Un'altra cosa, se ho ben capito le cifre, la spesa dovrebbe essere di circa 500 mln di € (ho capito bene?), per cira 5 MW di potenza, se cosi è non capisco la convenienza, quando con la stessa cifra si costruiscono circa 100 MW di Fotovoltaico che in Sicilia danno una resa che oscilla tra i 150 e 170 MW di potenza.
Ma forse ho male interpretato le cifre.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
lorenzo sciascia
Membro

Messaggi: 99
Provenienza: Toscana
Iscritto: 22.10.07
Scritto il 14-07-2008 10:30
Mi autocorreggo, ho riletto è la potenza generata sarà di 375 MW, scusate l'errore.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 14-07-2008 11:31
Infatti, i 5 MW sono per ogni generatore, moltiplicati per 115 fa 575 MW. Comunque, se ci mettessero di fronte a una scelta "obbligata", la centrale nucleare a Palma o il parco eolico, preferirei di gran lungo quest'ultimo. Ma questa preoccupazione non esiste perchè i cittadini non vengono mai resi edotti e partecipi delle scelte che possano influenzare il loro territorio e, quindi, il loro futuro.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
lorenzo sciascia
Membro

Messaggi: 99
Provenienza: Toscana
Iscritto: 22.10.07
Scritto il 14-07-2008 12:55
Sono d'accordo con te sulla scelta fra Eolico e Nucleare, non esiste paragone, per quanto riguarda la seconda considerazione sono del parere che spetta alle autorità competenti in primis Comune e assessorati preposti il controllo dell'operazione, e non potrebbe essere altrimenti, dove la popolazione è stata chiamata in massa a dare un giudizio regolarmente non è stato mai dato un consenso, va tutto bene ma a casa degli altri.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 14-07-2008 16:08
Ok, Lorenzo ma non credi che, a titolo informativo, come indice di partecipazione democratica alle scelte territoriali ma anche per creare consenso, i progettisti potrebbero organizzare un pubblico incontro per illustrare alla popolazione i dettagli del progetto? Questo anche per evitare posizioni contrarie assunte sulla base di dati supposti o fantasiosi.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
lorenzo sciascia
Membro

Messaggi: 99
Provenienza: Toscana
Iscritto: 22.10.07
Scritto il 14-07-2008 17:15
Sono completamente d'accordo, il potere decisionale è una cosa, ma il dovere diinformazione e conseguente spiegazione del progetto dovrebbe essere sacrosanto.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
CiccioLaRosa
Membro

Messaggi: 69
Iscritto: 26.03.08
Scritto il 15-07-2008 13:50
Faccio una domanda: cosa ne pensate dell'impianto eolico costruito sulle montagne adiacenti Licata? Le ho viste quando sono tornato l'ultima volta e sono rimasto sorpreso, anche perchè ho visto impianti sparsi per tutta la Sicilia.
Inoltre, quant'è il rendimento di questo impianto? Si può dire che "Licata è alimentata esclusivamente a energia pulita"? Inoltre, perchè si stanno costruendo tanti impianti eolici mentre non ho visto neanche un pannello solare sulle case dei licatesi e/o una sola centrale solare in tutta la Sicilia (forse una c'è ma non ricordo dove).
Scontata la mia risposta sulla diatriba Centrale-Eolico, sono comunque contento delle Vs risposte in quanto, dicendo che ne volete sapere di più prima di guidicare questo parco off-shore, avete dimostrato logica e ponderatezza, cosa che spesso in Italia manca.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
LICATA
Membro

Messaggi: 34
Iscritto: 02.07.08
Scritto il 15-07-2008 19:13
POSSIAMO ALMENO DIRE CHE LICATA ESPORTA ENERGIA...
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
grilloparlante
Membro

Messaggi: 106
Iscritto: 12.12.07
Scritto il 15-07-2008 21:14
Belle domande quelle di Ciccio, provo a rispondere per quel che so.

1) Impianti eolici. Non si può dire no a tutto, nonostante l’alto impatto visivo si tratta sempre di energia pulita da privilegiare a qualsiasi altra forma di energia tradizionale;

2) la potenza dell’impianto esistente tra Palma di Montechiaro e Naro credo sia di 45 MW cioè in grado di coprire il fabbisogno energetico di 16.000 famiglie;

3) si costruisco tanti impianti eolici perché sono altamente remunerativi per le imprese che li realizzano e li gestiscono grazie ai contributi statali e comunitari;

4) non vedi i pannelli solari sulle nostre case soprattutto per ignoranza. Se è vero che un impianto fotovoltaico di 2 Kw costa circa 18 mila euro è anche vero che esistono incentivi economici e appositi mutui bancari “a costo zero” cioè che si finanziano con il guadagno derivante dall’energia prodotta (conto energia );

5) a Priolo (SR) esiste una centrale solare sperimentale, un’altra sarà costruita a Noto. Il premio Nobel Carlo Rubbia, quand’era presidente dell’ENEA, stava progettando una centrale solare termodinamica (progetto Archimede) a Siracusa ma venne licenziato a causa di contrasti con l’allora governo Berlusconi per cui è andato a realizzarla in Spagna.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
lorenzo sciascia
Membro

Messaggi: 99
Provenienza: Toscana
Iscritto: 22.10.07
Scritto il 16-07-2008 18:28
Sono d'accordo con Grillo........., ad integrazione vorrei aggiungere:

- I pannelli solari hanno meno redditività (seppure elevata), ma hanno anche meno problemi in quanto completamente statici, mentre l'eolico basato su movimento prevelentemente meccanico può dare problemi di manutenzione.

- uno dei freni allo sviluppo del fotovoltaico per uso privato è dovuto al fatto che il GSE eroga il contributo ad impianto funzionante, ma nel frattempo l'installatore vuole riscuotere. Un caro amico a Licata ha installato sul suo tetto 4 KW avendo trovato una banca che gli ha fatto uno scoperto di conto per l'intera cifra con cui ha pagato l'installatore e che è stato ricoperto a sua volta dal finanziamento quando l'impianto ha incominciato a produrre.

Chi ha possibilità di farlo lo faccia, l'operazione sta in piedi alla grande e si autofinanzia.

Tra le altre cose a giugno l'autorità dell'energia (potete controllare sul sito) ha emanato una direttiva, mi sembra sia la 74/2008, che stabilisce non più in tre ma venti anni il periodo per usufruire dell'eventuale corrente prodotta e non consumata, ma che addirittura l'utente può chiedere il rimborso monetario dell'eccedenza prodotta alla fine di ogni anno solare.
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
salva
Membro

Messaggi: 49
Iscritto: 17.01.08
Scritto il 16-07-2008 20:59
parco eolico off-shore
ciao a tutti
sono daccordo con Lornzo Sciascia circa l'istallazione dei pannelli fotovoltaici sui tetti delle nostre citta considerando che I'talia produce il5 per cento di enrgia pulita con questo sistema rispetto alla germania che produce più del trenta per cento considerando che loro il sole lo vedono molto ma molto poco rispetto a noi italiani e noi siciliani.
Sono per l'energia alternative non per il nucleare un parco off-shore in italia e tabuì perche'nessuno ne parla l'unica regione che a preparato un progetto e subito bocciato e statoil Molise .
C'è un progetto europeo che prevede entro il 2020 l'istallazione di impianti off-shorecon una produzione di circa 40.000mw con il cinquanta per cento affidato al regno unito ed il restante venticinque alla germania che e sempre avnti a noi ed il restante 25 affidato agli stati del mare del nord l'italia con piu' di tremila km di mare non viene presa in considerazione, con tanti fondi europei per realizzarel'opera i nuovi politici di licata dovrebbero lottareper avere questi finanziamenti edessere all'avanguardia del settore con tanta buona energia abuon mercato ed con rispetto dell 'ambiente .
Tali impianti anno un costo superiorea quelli terrestri ma in mare il vento e piu' forte e costante rispetto alla terra ferma .
mi auguro che un progetto del genere vada avantie anche fra 4/5 anni possa essere realizzato l'impatto ambientale non e diverso da quello terrestre bene adesso vi saluto ciao a presto.smileysmileysmileysmileysmiley
Invia Messaggio Privato
Autore RE: PARCO EOLICO OFF-SHORE
LICATA
Membro

Messaggi: 34
Iscritto: 02.07.08
Scritto il 21-07-2008 14:40
tratto dal corriere della sera

Gela, la capitale della petrolchimica
dice no agli impianti eolici
Dopo l'industrializzazione selvaggia le fonti rinnovabili e non inquinanti fanno più paura delle raffinerie

GELA – E’ una delle capitali della petrolchimica italiana. In anni di industrializzazione selvaggia ciminiere e raffinerie hanno devastato le coste ma, stranamente, ora è pronta ad alzare le barricate contro un nuovo impianto per la produzione di energia eolica. Come dire: le fonti rinnovabile fanno più paura delle vecchie raffinerie che negli anni hanno reso l’aria irrespirabile provocando anche centinaia di casi di malformazioni neonatali.

INCOERENZA - E’ il paradosso di Gela che da giorni è in fermento dopo che l’Enel ha annunciato che intende realizzare tra Licata e Gela il primo campo eolico off-shore del Mediterraneo. Uno dei più ambiziosi progetti sulle fonti rinnovabili con un investimento di oltre 500 milioni di euro che a regime produrrà energia elettrica per 1.150 milioni di chilowattora, sufficiente a soddisfare il fabbisogno di 400 mila famiglie e soprattutto evitando emissioni di CO2 in atmosferica per oltre 800 mila tonnellate annue. In epoca di caro petrolio una vera boccata di ossigeno.

CROCIATE - Ma il combattivo sindaco di Gela, Rosario Crocetta, ha già avvertito: «Faremo le crociate, questo impianto sul nostro territorio non si deve fare». Il progetto dell’Enel ha puntato su un territorio già fortemente compromesso da punto di vista ambientale e non aveva messo in conto questo tipo di reazione da parte degli amministratori locali. Tra l’altro si tratta di un impianto off-shore cioè verrà realizzato in mare, ad una distanza minima di 3 miglia dalla costa. E quindi anche visivamente le pale eoliche non deturperebbero il paesaggio più di quanto non avvenga già con le mostruose sagome del petrolchimico.

«CONDANNATI PER L'ETERNITA'» - Ma è proprio quel che contesta il sindaco, esponente del partito dei Comunisti Italiani: «Non siamo contrari in se all’eolico. Ma siamo contrari a realizzare questo impianto in una zona già fortemente compromessa sotto il profilo ambientale. Non possiamo essere una città condannata per l’eternità». Secondo il primo cittadino anche la sovrintendenza ai beni culturali di Caltanissetta si sarebbe espressa contro il nuovo impianto eolico. L’Enel intanto va avanti: il progetto è già stato presentato al ministero dell’ambiente con la richiesta di valutazione dell’impatto ambientale.

Invia Messaggio Privato
Pagina 1 di 2 1 2 >
Vai al Forum:
Login
Nome Utente

Password



Non sei ancora un membro?
Clicca qui per registrarti.

Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
spacer
Acquista on-line
Novità
Abbonamenti
Pubblicazioni
spacer
In edicola

in edicola
abbonamenti
archivio storico
spacer
La storia di Licata
entra
spacer
Lo sbarco Usa
entra
spacer
Giornalisti di guerra
entra
spacer
Locandina
spacer
Foto di Licata
entra
spacer
Religiosi
Sant'Angelo
San Girolamo
Chiesa Madre
Ass. Pro Sant'Angelo
spacer
Scavi monte S.Angelo
entra
spacer
Facebook

Seguici su Facebook
spacer
Utenti Online
Ospiti Online: 2
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 199
Membri Non Attivati: 14
Ultimo Membro: xushengda0531
spacer