Navigazione
Home
In edicola
Il giornale
Archivio storico
Spazio giovani
Eventi
Links
Contattaci
Cerca

I vostri articoli
Le vostre foto

Forum
spacer
25° anniversario

Hanno scritto del 25° anniversario de La Vedetta
spacer
Video di Licata
entra
spacer
Licata
Il comune
Lo stemma
Gemellaggi
Centro storico
Storia di Licata
Monumenti celebrativi
spacer
Le foto storiche
entra
spacer
Itinerario turistico
I castelli
Le torri
Chiese e conventi
Le feste religiose
Urna di Sant'Angelo
La civiltà Rupestre
Museo archeologico
Luoghi archeologici
Architettura civile

Ernesto Basile
Salvatore Gregorietti
spacer
Le stampe antiche
entra
spacer
Foto & Stampe
Foto di Licata
Foto storiche
Stampe antiche
Licata tra Gela e...
Scavi di via S.Maria
Lo sbarco Usa a Licata
Giornalisti di guerra
spacer
Links
Franco Galia
spacer
Rosa Balistreri
entra
spacer
Istituzioni
Comune di Licata
Provincia di Agrigento
Regione Siciliana
spacer
Bed & Breakfast
Montesole Holiday

Dimora S.Girolamo

Hotel Villa Giuliana
spacer
Pubblicazioni
spacer
Il centro storico
ingrandisci
spacer
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

Non sono stati scritti messaggi
spacer
Gemellaggi
Scritto da Scritto da Webmaster il ottobre 14 2007 13:22:15


Alfredo Quignones Confesso che quando il sindaco Biondi mi assegnò la delega ai “gemellaggi” restai a dire poco perplesso; conoscevo questa attività solo per i cartelli che vedevo all’ingresso di grandi e piccoli centri della nostra Sicilia e per i tanti articoli di quotidiani e riviste, accomunati sempre da uno stesso dato: il ritorno della delegazione comunale da questo o da quell’angolo del mondo. Quale spreco di denaro pubblico – pensavo, con buona dose di ignoranza e presunzione !

Certo è che, ai primi di luglio, a meno di un mese cioè dall’insediamento della giunta, mi ritrovai, insieme all’assessore Cellura, a costituire una famigerata “delegazione comunale”: il Comune di Licata era stato infatti già da tempo invitato a sottoscrivere un “Patto di Amicizia” con Cestas, cittadina francese a meno di venti chilometri da Bordeaux che, in quei giorni, celebrava il ventennale del proprio gemellaggio con Reinheim, città tedesca a sua volta gemellata con Licata. Mentre partivo, la confusione che questi incroci italo-franco-tedeschi generavano in me si associava alla spiacevole sensazione di stare fondamentalmente perdendo il mio tempo!

All’aeroporto di Bordeaux era pronto ad aspettarci un distinto signore francese, facente parte del comitato di gemellaggio di Cestas, che con grande cortesia ed entusiasmo ci fece salire in auto, accompagnandoci subito nella sala ove era stata organizzato il benvenuto alle delegazioni provenienti da tutta Europa: in quella sorta di Babele, in cui per qualche giorno si sarebbe trasformata una sperduta cittadina francese, si sarebbero infatti riuniti Tedeschi, Italiani e Polacchi, tutti accomunati da una intricata, e per noi, in quel momento, poco comprensibile, ragnatela di gemellaggi incrociati.

Stemma di Reinheim Mentre con aria sperduta ci aggiravamo tra la folla negli ambienti di quello che avremmo scoperto esser un efficiente centro polivalente comunale, dotato di sala riunioni, cinema e biblioteca, notavamo un generale clima di frenesia ed euforica attesa, culminata con l’arrivo dei pullman tedeschi e l’incontro, davvero festoso e ricco di gioia, di tanti amici di Reinheim e di Cestas. Fu in quel momento che iniziai a realizzare che forse il gemellaggio non è solo viaggi pagati per illustri raccomandati, ma qualcosa di molto più alto e coinvolgente: vedere signori di mezza età cercare tra tanti volti quelli degli amici più cari, le espressioni di felicità di arzilli settantenni, l’incontro, semplice e spontaneo come può esserlo a quella età, di ragazzini di diversa nazionalità, accomunati ormai da una cultura ed una coscienza universale, mi convinse che era quella la vera essenza del gemellaggio, e che era giusto e doveroso impegnarsi affinché la cultura più autentica di questa attività prendesse piede anche a Licata.

Sindaco di Reinheim: Karl HartmannQuei giorni passarono in fretta, con me e Nino Cellura ospiti di due diverse famiglie, perché è proprio l’ospitalità in famiglia il cuore pulsante del gemellaggio. Passarono in fretta tra cerimonie ufficiali (si celebrava il ventennale del gemellaggio tra Cestas e Reinheim e si sottoscriveva il patto di amicizia di Licata con la cittadina francese), ed escursioni in località meravigliose, tra feste popolari e pic-nic per centinaia di persone, tra incontri ufficiali e visite ad impianti comunali (tanto ordinati ed efficienti da creare in noi un sottile senso di mortificazione!). Non eravamo soli, avendoci raggiunto gli amici licatesi dell’associazione pro-gemellagio, fino ad oggi il vero motore di questo legame. E con loro programmavamo già le attività che da lì a poco si sarebbero succedute: ad agosto vennero a trovarci amici francesi e tedeschi (con in testa il Sindaco di Reinheim Karl Hartman, innamoratissimo della nostra città). A dicembre siamo stati ospiti in Germania, in occasione della locale fiera di Natale, portando con noi i prodotti della nostra terra, apprezzatissimi per colori, i sapori e la qualità; il gemellaggio infatti, pur avendo una base sociale di rapporto tra cittadini delle varie espressioni europee, diventa occasione di scambi commerciali, di promozione turistica, anche solo di conoscenza ed arricchimento personale che nasce dal confrontarsi direttamente con realtà diverse dalla nostra e – ahimè – certamente più avanti in termini di senso civico e coscienza del bene comune.
ReinheimMunicipio di ReinheimReinheim
Ed il nuovo anno si presenta ricco di eventi: dal 2 all’8 di aprile una delegazione di diciotto sindaci della provincia di Damstadt (la stessa di cui fa parte Reinheim), con i relativi accompagnatori, farà base a Licata per una settimana: dalla nostra città partiranno alla scoperta della Sicilia, seguendo una organizzazione che l’Amministrazione Comunale sta direttamente curando. Subito dopo, durante la Settimana Santa, e precisamente dall’8 al 13 aprile, una delegazione di dieci amici di Cestas sarà nostra ospite per controfirmare il Patto di Amicizia tra le nostre due Città.

Si tratta di importanti occasioni in cui mostrare il meglio della nostra Licata, ed in cui un ruolo fondamentale svolgerà sicuramente il Comitato di gemellaggio, approvato già da tempo da apposita delibera del Consiglio Comunale, e che è ferma intenzione dell’Amministrazione attivare al più presto.

Ma un ruolo ancora più importante sarà svolto da ogni Licatese, con il proprio aiuto a rendere più confortevole, bella ed accogliente la nostra città, sì da fare sentire gli amici Francesi e Tedeschi davvero a casa propria, come loro stessi riescono a fare ogni qual volta uno chiunque di noi trascorre alcuni giorni a Cestas o a Reinheim.
 ReinheimLa fine della guerra a Reinheim e nelle città gemellate, Reinheim 2005, pp. 126 + foto
Alfredo Quignones
Assessore ai Gemellaggi del Comune di Licata

Links: Comune di Licata - Comune di Reinheim (Germania)



0 Commenti · 5107 Letture · Stampa
Commenti
Non sono stati scritti commenti
Scrivi commento
Prego Loggati per scrivere un commento
Voti
Il Voto è attivo solo per i Membri.

Prego loggati o registrati per votare.

Nessun voto pervenuto
Login
Nome Utente

Password



Non sei ancora un membro?
Clicca qui per registrarti.

Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
spacer
Acquista on-line
Novità
Abbonamenti
Pubblicazioni
spacer
In edicola

in edicola
abbonamenti
archivio storico
spacer
La storia di Licata
entra
spacer
Lo sbarco Usa
entra
spacer
Giornalisti di guerra
entra
spacer
Locandina
spacer
Foto di Licata
entra
spacer
Religiosi
Sant'Angelo
San Girolamo
Chiesa Madre
Ass. Pro Sant'Angelo
spacer
Scavi monte S.Angelo
entra
spacer
Facebook

Seguici su Facebook
spacer
Utenti Online
Ospiti Online: 6
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 199
Membri Non Attivati: 0
Ultimo Membro: xushengda0531
spacer