Navigazione
Home
In edicola
Il giornale
Archivio storico
Spazio giovani
Eventi
Links
Contattaci
Cerca

I vostri articoli
Le vostre foto

Forum
spacer
25° anniversario

Hanno scritto del 25° anniversario de La Vedetta
spacer
Video di Licata
entra
spacer
Licata
Il comune
Lo stemma
Gemellaggi
Centro storico
Storia di Licata
Monumenti celebrativi
spacer
Le foto storiche
entra
spacer
Itinerario turistico
I castelli
Le torri
Chiese e conventi
Le feste religiose
Urna di Sant'Angelo
La civiltà Rupestre
Museo archeologico
Luoghi archeologici
Architettura civile

Ernesto Basile
Salvatore Gregorietti
spacer
Le stampe antiche
entra
spacer
Foto & Stampe
Foto di Licata
Foto storiche
Stampe antiche
Licata tra Gela e...
Scavi di via S.Maria
Lo sbarco Usa a Licata
Giornalisti di guerra
spacer
Links
Franco Galia
spacer
Rosa Balistreri
entra
spacer
Istituzioni
Comune di Licata
Provincia di Agrigento
Regione Siciliana
spacer
Bed & Breakfast
Montesole Holiday

Dimora S.Girolamo

Hotel Villa Giuliana
spacer
Pubblicazioni
spacer
Il centro storico
ingrandisci
spacer
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

Non sono stati scritti messaggi
spacer
IN LIBRERIA

E’ GIA’ IN LIBRERIA E NELLE EDICOLE LA NUOVA EDIZIONE DEL LIBRO DI CALOGERO CARITA’ RINNOVATA NEL TITOLO, NEL CONTENUTO E NELLE FOTO


“10 LUGLIO 1943. L’ASSALTO
DEGLI ALLEATI ALLA SICILIA”


di Calogero Carità


Dopo il grande successo avuto dalla prima edizione del libro di Calogero Carità “70 anni fa l’assalto degli Alleati alla Sicilia. 10 luglio 1943: la Joss Force Usa attacca Licata”, pubblicata nelle edizioni de La vedetta nell’estate del 2013 in occasione del 70° anniversario dello sbarco Anglo-Americano in Sicilia, e presentata a Licata e a Verona con grandissimo successo di pubblico, lo storico licatese ha provveduto ad una seconda edizione del suo libro, aggiornato nei testi e nel corredo fotografico. La nuova edizione, che sarà pronta alla fine di questa estate, sarà di 400 pagine, 50 in più rispetto alla prima, 26 di queste destinate ad ospitare altre nuove 54 rare e significative immagini fotografiche di quell’evento storico che produsse dopo 15 giorni la caduta del fascismo e dopo 60 giorni l’armistizio corto di Cassibile a seguito del quale l’Italia si svincolava dalla Germania nazista e diventava cobelligerante a fianco degli Alleati invasori-liberatori. “Per anni –scrive Carità nel presentare il suo lavoro di ricerca- la vittoria alleata è stata attribuita non alla stragrande superiorità di uomini e mezzi messi in campo, bensì alla viltà e alla defezione della maggioranza dei soldati italiani, nonché alla incapacità dei loro comandanti. Ma, a fronte di alcuni, seppur consistenti, episodi di defezione e sbandamento, furono moltissimi gli atti di valore di singoli uomini e di interi reparti che rimasero sino all’ultimo a compiere il loro dovere. I nostri soldati, infatti, pur combattendo in condizioni di estrema difficoltà contro una potenza aereo-terrestre-navale imponente che disponeva di armi e mezzi moderni, coscienti ormai di non poter ricacciare più sulle loro navi gli invasori, cercarono, sacrificandosi in migliaia, di arginare assieme ai tedeschi l’avanzata delle forze nemiche.

spacer
L'EDITORIALE

QUANDO PIOVE SUL BAGNATO. QUELLA BOMBA D’ACQUA DEL 19 NOVEMBRE HA MESSO IN GINOCCHIO LE GIÀ PRECARIE ATTIVITÀ COMMERCIALI DI LICATA


25 OTTOBRE 1975, 14 OTTOBRE 1991, 6 OTTOBRE 2013 SONO LE DATE IN CUI LA CITTÀ È ANDATA SEMPRE SOTT’ACQUA. LA COLPA? URBANIZZAZIONE SELVAGGIA, CEMENTIFICAZIONE DI INTERE AREE A RISCHIO IDROGEOLOGICO, DISBOSCAMENTO DELLE COLLINE, SISTEMA FOGNARIO INADEGUATO, CAMBIAMENTI CLIMATICI CON AUMENTO DELLE PRECIPITAZIONI. 30 MILIONI DI EURO STANZIATI DALLA REGIONE PER METTERE IN SICUREZZA IL TERRITORIO. CAMBIANO HA FORMATO LA NUOVA GIUNTA ANCORA SENZA MAGGIORANZA E LE POLEMICHE E LE SCHERMAGLIE NON CESSANO. SEMPRE GRAVE LA SITUAZIONE FINANZIARIA. PARTONO I LAVORI PER IL PUNTO NASCITE.


di Calogero Carità


Sabato 19 novembre 2016. Licata è andata nuovamente sott’acqua. Un violento nubifragio ha scaricato sulla nostra città ben oltre cento millimetri di acqua nelle sei ore di piogge torrenziali durate dalle 6 della mattina a mezzogiorno. Nessun quartiere è stato risparmiato. Appena il livello dell’acqua si è del tutto abbassato e dopo che gli ingressi delle attività commerciali e delle residenze private sono state state liberate da fango e detriti, si è potuta fare una prima conta dei danni. E il bilancio non è per nulla incoraggiante. Le situazioni peggiori in centro: sotto circa un metro di acqua sono finite piazza Gondar, via Mogadiscio, via Nazario Sauro, corso Vittorio Emanuele, corso Serrovira, via Frangipane, piazza Duomo, piazza della Vittoria e via Principe di Napoli. Scenario da vero incubo nel quartiere Fondachello-Playa, già fortemente provato dal maltempo di venerdì 11 novembre, quando fiumi d’acqua si erano riversati all’interno delle vie di questo popoloso rione, sorto in gran parte sull’onda dell’abusivismo, in terreni di per sé inospitali ed acquitrinosi. Non si contano le accuse e le polemiche e la ricerca di responsabilità politiche soprattutto. Ma se guardiamo le cronache di queste ultime settimane, sotto acqua sono finite anche la Liguria, il Piemonte e il 26 novembre, nell’agrigentino, Ribera e Sciacca. Ovunque le copiose precipitazioni e la rottura degli argini di alcuni fiumi e torrenti hanno provocato danni ingenti in aree che quasi periodicamente subiscono queste calamità provocate da eventi straordinari. Ci piace ricordare ai nostri lettori che a Licata le alluvioni si sono ripetute sempre tra ottobre e novembre e tutta la città antica è andata sott’acqua e la gente e i commercianti non fanno in tempo a rimediare ai danni subiti, che arriva un’altra calamità sempre più violenta delle precedenti. Così è stato il 25 ottobre 1975, quando le piogge alimentando la piena del Salso ne provocarono la rottura degli argini, caysando l’allagamento delle parti basse della città e di tutte le campagne della piana e anche lo scoppio della rete fognaria. Così ancora è stato il 14 ottobre 1991 e il 6 ottobre 2013, quando in meno di 40 minuti vennero giù oltre 80 millimetri di pioggia……

l'articolo a pagina 1 e 6 del giornale
spacer
News

Non sono state scritte News

Novità
spacer
Facebook
spacer
Login
Nome Utente

Password



Non sei ancora un membro?
Clicca qui per registrarti.

Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
spacer
Acquista on-line
Novità
Abbonamenti
Pubblicazioni
spacer
In edicola

in edicola
abbonamenti
archivio storico
spacer
La storia di Licata
entra
spacer
Lo sbarco Usa
entra
spacer
Giornalisti di guerra
entra
spacer
Locandina
spacer
Foto di Licata
entra
spacer
Religiosi
Sant'Angelo
San Girolamo
Chiesa Madre
Ass. Pro Sant'Angelo
spacer
Scavi monte S.Angelo
entra
spacer
Facebook

Seguici su Facebook
spacer
Utenti Online
Ospiti Online: 1
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 195
Membri Non Attivati: 1
Ultimo Membro: mistergia
spacer